Perché non ci riusciamo davvero? 

Quante volte ti sei detto “da lunedì inizio a fare sport” nel corso degli anni? E quante volte sei riuscito nel tuo obbiettivo? 

Probabilmente ci hai provato, ti sei iscritto nella bella palestra conosciuta da tutti in città e tutto motivato hai iniziato ad andarci la prima settimana 4 volte, la seconda 2 e il mese dopo non ti ricordavi neanche più gli orari della palestra. Come lo so? Semplice l’ho fatto anche io! 

Nella mia vita ho sbagliato più di novemila tiri, ho perso quasi trecento partite, ventisei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.

Michael Jordan

Il vero problema dell’aver mollato la palestra non è la tua forma fisica e tutti i benefici che ne comporta (e da sportivo ti dico che sono tantissimi), ma che questo atteggiamento inconcludente genera frustrazione e ti fa perdere fiducia nelle tue capacità. 

Immagino ti sia ripetuto le solite frasi del tipo: 

la palestra non fa per me.. magari in primavera vado a correre.

in questo periodo non ho abbastanza tempo..  

Costa troppo.. 

Queste sono solo alcune delle scuse che la tua mente elabora per combattere il senso di colpa e giustificare il fatto che per ennesima volta non sei riuscito a portare a termine il tuo obiettivo. E’ un autoinganno, tu dentro di te sai benissimo quale è il motivo che non ti ha fatto continuare, solamente che accettare di essere stato inconcludente mina la tua idea di te stesso quindi la tua mente cerca una scusa. 

La domanda che devi farti è perché non sei riuscito a trovare le energie per mantenere questo impegno? Eppure all’inizio sembravi cosi motivato… 

Ricomincia SMART

Ci si può drogare di cose buone… E una di queste è certamente lo sport.

Alex Zanardi

Il problema è che non ti sei posto un obbiettivo tangibile. Finchè non crei un obiettivo preciso e ben definito non riuscirai a raggiungerlo. Il tuo obbiettivo deve essere SMART. 

Specific – specifico 

Measurable – Misurabile 

Achievable – raggiungibile 

Realistic – realistico 

Time-related – tempo determinato 

Vuoi DAVVERO iniziare a fare sport?

La forza mentale distingue i campioni dai quasi campioni.

Rafael Nadal

Prima di procedere passo a passo nel rendere il tuo obiettivo tangibile, è fondamentale che tu risponda alla seguente domanda, tu vuoi davvero fare sport? 

Per poter raggiungere qualsiasi obbiettivo dobbiamo volerlo davvero, sono tante le cose che ci piacerebbe fare, ma quando ci rendiamo conto dell’impegno capiamo che non fa al caso nostro, dopotutto non lo vogliamo abbastanza da dedicargli tutte quelle energie.  

Ora se la tua risposta è comunque si e senti che il tuo obbiettivo per l’anno in corso è di riuscire a mantenere una certa costanza nell’attività sportiva, vai avanti a leggere, ti spiegherò come ho fatto io. 

Un passo alla volta

1. Scegli lo sport 

Questo è un passo fondamentale, non basta voler fare attività fisica bisogna guardare dentro a se stessi e capire cosa ci piace fare. C’è chi preferisce sport di gruppo, chi ama correre da solo e ancor chi preferisce la palestra. 

Personalmente ho provato tantissimi sport, ma la vera costanza l’ho trovata avvicinandomi a una realtà di palestra differente, una palestra con un format che fa per me, piccola, strutturata solamente su corsi di poche persone con un istruttore che ti guida passo a passo, con obbiettivi tangibili, dove non mancano lo scherzo e il divertimento. 

Per ora, non pensare al risultato che vuoi ottenere, preoccupati solo di scegliere un’attività che ti piaccia.  Lo sport è anche divertimento! 

2. Inizia da subito

Uno degli errori che più facciamo è rimandare l’inizio di un’attività a lunedì. Sfrutta la motivazione che hai in questo momento e inizia! 

Sicuramente ti sarai già immaginato come sarai una volta in super forma e quali prestazioni potrai raggiungere. Fai bene questo ci aiuta nella motivazione. Ora è importante frammentare quell’obbiettivo. Poniti obbiettivi più piccoli e goditi dei risultati.
Per esempio, come primo step un runner può dire che vuole andare a correre 3 volte a settimana. Come secondo step riuscire a correre 5 km senza fermarsi in un mese e così via. Ogni volta che raggiungiamo un obbiettivo, il nostro cervello riceve dei segnali di stimolo e ci spinge più avanti.  

Noi essere umani siamo autoconfermanti, cioè tendiamo a riconfermare quello in cui crediamo, iniziando a vedere i successi la fiducia in noi stessi migliora e la nostra stessa natura ci farà propendere al raggiungimento di altri obbiettivi. 

Più difficile è la vittoria, più grande è la felicità nel vincere.

Pelé

3. Obbiettivi reali

Poniti degli obbiettivi reali. Prima di confermare ogni obbiettivo accertati che sia fattibile nei tempi che hai stabilito. E’ importante spingersi oltre al limite, ma anche fare un esame di realtà, altrimenti rimarrai deluso per non essere riuscito a raggiungere l’obbiettivo che ti sei prefissato. 

Per esempio. Io penso di essere un buon runner, ma non posso pormi come obbiettivo la maratona di Boston tra un mese, perché il mio fisico non è preparato ad uno sforzo di quella portata.  

Sono più di 42 km!! 

4. Sfrutta il cambiamento positivo

Sfrutta il cambiamento positivo anche su altri fronti. Hai fatto partire l’effetto domino sul tuo cambiamento, questo ti da nuove energie positive da investire in altri obbiettivi. 

Quando riesci a raggiungere gli obbiettivi che ti sei prefissato le altre persone iniziano a vederti come un leader.

Vuoi sapere qual è il mio obbiettivo sportivo per il 2020? 

Correre la Spartan Race! Un obbiettivo per cui mi sto allenando da inizio 2019 e che potrò portare a termine solo rendendolo frammentato e tangibile con piccoli step. 


Mattia Gualco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *